Dipingo ciò che ho bisogno di vedere

La sua produzione spazia da opere astratte di componente geometrica ad altre di carattere informale, in cui è presente una dimensione materica, alimentata dal lavoro di architetto sul cantiere, laddove ha esperito il potenziale estetico della materia grezza o dei materiali corrosi dall’intervento muto del tempo.
 
In altre si affaccia ancora il figurativo, espresso in forma lirica e talvolta surreale, per cui possono emergere, sulla superficie della tela, ambigue figure zoomorfe in dialogo fecondo con un tessuto di forme astratte.
 
Produce sulla scorta di una forte urgenza espressiva, sollecitata dall’osservazione del reale e dalla pressione di una sfera immaginativa, dalla persistenza nella memoria di un patrimonio di immagini, di segni archetipici, inconsciamente archiviati, che, una volta depositati sulla tela, sembrano organizzarsi in un autonomo universo lirico di forme, che fuoriesce spesso innescato dal gesto e dal contatto con materiali non convenzionali (legno, segatura, bitume, argilla, etc.).
 
A partire da questa genesi apparentemente casuale, vi è poi l’ulteriore avvertita necessità di “portare a verifica” i meccanismi formali dell’immagine, innestando, nelle tessiture create, forme geometriche e raffreddando l’iniziale dimensione irrazionale ed emotiva, alla ricerca, stavolta pienamente razionale, dell’equilibrio e della sintesi compositiva.
BIO

Architetto, insegnante, esperta di Educazione all’immagine, ideatrice e conduttrice di laboratori per i bambini, animata da un grande amore per l’arte in tutte le sue forme, in arte autodidatta, Valeria Nuzzo produce opere prevalentemente astratte su tela e su legno, effettuate con tecniche miste.

Dottore di ricerca in Progetto urbano presso l’Università Federico II di Napoli, ove ha lavorato sul tema della tipologia architettonica, si è poi occupata di disegno infantile.

Ha insegnato presso l’Università degli Studi di Salerno, dove, occupandosi di Educazione all’immagine e di didattica dell’arte, ha ideato laboratori per sviluppare la naturale creatività dei bambini, con una ricerca costante attorno ai linguaggi e alla natura dei processi creativi dell’arte moderna e contemporanea.
Di questi molteplici interessi sono esito diversi libri.

Gli studi sull’Arte infantile hanno sollecitato l’interesse per il segno primitivo e infantile, così come la progettazione di laboratori didattici si è rilevata innesto potente per la sua immaginazione rivolta alla creazione dell’opera, oltre che occasione di assimilazione profonda dei codici delle immagini.

Ha esposto in Italia e recentemente anche all’estero, ottenendo diversi riconoscimenti.

MOSTRE

Personali

5 -31 Gennaio 2018 – Personale presso la Sede FAI di Salerno, Via Porta Catena, con presentazioni a cura di Matilde Romito e Mario Quadraroli.

3 al 12 Dicembre 2022- Personale ”Percorsi di forme”, all’interno delle “Stanze dell’arte”, Palazzo Fruscione, Salerno

 

Collettive

10-25 marzo 2018 – Collettiva “Arkeo reperti”, curata da Mario Diegoli e Mario Quadraroli nel Conventino di Lodi Vecchio.
24 aprile – 2 Maggio 2018 – Collettiva “Far sentire l’arte”, presso la ex Chiesa Dell’Angelo, promossa dall’Unione Italiani dei Ciechi e degli Ipovedenti ETS – APS, sezione di Lodi.
12 Agosto-21 Settembre 2018 – Collettiva del Concorso “Capitombolando”, città di Buccino, Antica Volcei, Salerno.
7- 21 Dicembre 2019 – Collettiva delle opere selezionate per il 24° Concorso Nazionale d’Arte Contemporanea SATURARTE a cura di Mario Napoli, Palazzo Stella Genova.
14-17 Febbraio 2020 – Fiera Arte Genova, Padiglione Blu, 16° Edizione, stand di Satura.
29-13 Giugno 2020 – Collettiva “Rinascenza”, presso Satura, Palazzo Stella Genova.
27 Giugno – 11 Luglio 2020 – GENOVA ART EXPO 2020, 6^ Esposizione Internazionale d’Arte Contemporanea, Genova, Palazzo Stella.
6-21 Novembre 2021 – Palazzo Fruscione, Salerno, IV edizione della Biennale di Salerno 2020 – Collettiva delle opere selezionate
16 – Luglio 2022 – Collettiva “IKIGAI – Arte, la ragione di vivere” presso l’Antiquarium di Merì (Messina), a cura di Giuseppe Gorga.

20 Ottobre-20 Novembre 2022 – Partecipa a La Bienal De Arte Contemporaneo Internacional Armenia Colombia BIARCO.
12-26 Novembre 2022 – Collettiva delle opere selezionate, Concorso “Il Giocattolo”, Castello Theodoli, Sambuci (RM), promossa dalla galleria Zero Purificato (http://www.purificatozerogallery.com).
3-17 Dicembre – 27^ edizione di SaturARTE 2022 – Concorso Nazionale d’Arte Contemporanea a cura di Mario Napoli – Collettiva delle opere selezionate.
28 Luglio-6 Agosto, Mille Km della cultura, Farnese la Rocca (VT), Collettiva delle opere selezionate, Galleria Purificato.Zero,
21 ottobre- 5 novembre 2023 – Palazzo Fruscione, Salerno, IV edizione della Biennale di Salerno 2020 – Collettiva delle opere selezionate
4-24 Novembre, Palazzo Rospigliosi Colonna a Zagarolo/Roma, Mostra internazionale, Associazione STUDIOZERO e il “Salon d’Arts Plastiques de La Rochelle”.