La ricerca della bellezza

Roberto Talignani è un artista pluripremiato con sede in Italia i cui dipinti sono stati esposti a livello nazionale, così come in Inghilterra e Svizzera. Ispirato dai maestri classici dall’antica Grecia al Medioevo e al Rinascimento italiano, le sue opere distintive spesso incorporano elementi di epoche diverse. Le vivide composizioni figurative di Talignani sono spesso create con acrilici su tela.
BIO
Roberto Talignani è nato a Parma nel 1945, si è diplomato in scenografia al ‘P. Toschi’ Istituto d’Arte di Parma. Ha proseguito gli studi all’Accademia di Brera a Milano presso lo scenografo Pietro Varisco e alla scuola di pittura del maestro Domenico Cantatore. Fu proprio a Milano che ebbe contatti stimolanti con artisti e critici d’arte come Raffaele De Grada, Mario De Micheli, Guido Ballo e Carlo Carrà che segnarono tappe importanti del suo percorso pittorico. Si è proposto al pubblico con mostre personali e collettive a Milano, Parma, Mantova, Verona, Modena, Reggio Emilia, Vasto, Cagliari e in altre mostre nazionali. La sua espressione artistica si sviluppa attraverso la ricerca e la sperimentazione sempre in un campo strettamente figurativo. Nei suoi dipinti poco è concesso a una pennellata “pittorica”, prediligendo una pennellata precisa e analitica per costruire le sue figure. Oggi le sue opere sono il risultato di una continua ricerca di proporzioni, colori ed elementi estetici come linee e senso plastico, gli stessi che hanno sempre costituito i canoni della “bellezza” nell’arte, da Prassitele a Raffaello, passando da Paolo Uccello a Benozzo Gozzoli e Donatello. L’osservazione e lo studio delle opere della Grecia classica, insieme alle opere del Medioevo e del Rinascimento italiano, hanno portato Roberto Talignani a voler ripetere i versi, talvolta attraverso la copia vera e propria ma con rielaborazioni, ricostruzioni fantastiche, restauri ideali e con l’uso di tutti gli elementi decorativi individuati negli antichi monasteri, palazzi e musei. L’uso dell’immagine del cavallo non è casuale. La rinascita della “bellezza” nell’arte come momento di ricerca, può essere facilitata da quell’insieme di linee meravigliose che un cavallo ha già, per sua natura, e se poi queste linee sono quelle usate da Donatello o Fidia, un risultato straordinario è ottenuto.
ESPOSIZIONI

PERSONALI:

  • 2019 – Personale / Galleria “Chaos” – Parma, Italia
  • 2017 – Personale / VILLA PRINCIPE LEOPOLDO – Lugano, Svizzera
  • 2015 – Personale / CENTRO IPPICO LOMBARDO – Milano, Italia
  • 2014 – Personale / Cagliostro – Marciana Marina Isola d’Elba, Italia
  • 2012 – Personale / Cagliostro – Marciana Marina Isola d’Elba, Italia
  • 2011 – Personale / Cagliostro – Marciana Marina Isola d’Elba, Italia
  • 1975 – “PREMIO VASTO” / Vasto – Vasto, Italia
  • 1973 – “ARTISTI DI OGGI E DI DOMANI” / Rotonda della Besana – Milano, Italia
  • 1973 – Rassegna Biennale “PREMIO NOVI” / Modena – Modena, Italia
  • 1972 – Personale / Galleria ‘Il Salotto’ – Verona, Italia
  • 1971 – Personale / galleria Palazzo Carmi – Parma, Italia

COLLETTIVE:

  • 2020 – Esposizione / Galleria JHON ADAM FINE ART – Londra, Regno Unito
  • 2017 – Summer Art / Galleria Mazzoleni Forte Village – Cagliari, Italia
  • 2016 – Esposto al Progetto” VIA GIULIA” / Cappella Orsini – Roma, Italia
  • 2015 – “ARTE IN FIERA DOLOMITI” / Longarone Fiere – Longarone, Italia
  • 1974 – “NUOVE PROPOSTE” / Reggio Emilia – Reggio Emilia, Italia
PREMI
  • 1977 – “PREMIO CORTICELLA“- Primo premio- Bologna, Italia
  • 1971 – Premio “Arena d’Oro“- Vincitore- Verona, Italia