ProgettualitĂ  e utopia

Attraversa l’arte contemporanea spaziando tra pittura e installazioni, analizzando l’evoluzione dell’arte concettuale. L’opera racconta il divenire di corpi estranei, mediante le Mani della Mente, in cui pittura, forma, gesto e pensiero diventano lucida lettura critica sul sentire del nostro tempo. Progettualità e utopia. Immaginando costruzioni e ambienti naturali in grado di ristabilire una nuova armonia con la natura. Una precisa pedagogia fatta da immagini essenziali, in cui la voluta semplicità è un punto di ritorno e non di partenza.

BIO

Lucio Afeltra vive e lavora a Salerno. Nel 1981 si diploma presso il Liceo Artistico “A. Sabatini” di Salerno. Nel 1985 conclude gli studi artistici presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli – sezione pittura. Nel 1990/91 frequenta il corso di aggiornamento per restauratori, organizzato dal Museo Archeologico Provinciale di Salerno. Nel 1994 si diploma in Arte applicata grafica e fotografia all’Istituto Statale d’Arte “F. Menna” di Salerno. Dal 1997 collabora con il Laboratorio di Restauro e Conservazione di Opere d’Arte di Marina Imparato, dove è curatore della rassegna multidisciplinare @lfabeti Contemporanei. Il suo esordio nel mondo dell’arte risale al 1982 dove è presente alla collettiva “Remo Brindisi e le Accademie”, Palazzo Ducale di Sabbioneta (MN).

ESPOSIZIONI

PERSONALI:

  • 2019 – Il Bosco nel Teatro, Galerie Caron Bedout, Bourron-Marlotte, Francia.
  • 2017 – Il Bosco nel Teatro, Museo FRaC, Baronissi, Salerno, Italia.
  • 2005 – GloBcal, Laboratorio Amalfi, Amalfi, Italia.
  • 2003 – Photo finisc, Sala Metallica Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, San DonĂ  di Piave, Venezia, Italia.
  • 2002 – Photo finisc, Spazio Juliet, Casier, Treviso, Italia.
  • 1985 – Personale promossa dall’Accademia di Belle arti di Napoli, Centro Ellisse, Napoli, Italia.

COLLETTIVE:

  • 2021 – Muri, Palazzo Almundi, Murcia, Spagna.
  • 2021 –  Itaca,  Museo Archeologico, Elda, Alicante, Spagna.
  • 2020 – Mito e Logica, Palazzo Consistorial, Cartagena, Spagna.
  • 2019 –  Arti Italiane, Istituto di Cultura, Stoccarda, Germania.
  • 2016 – Confluenze, Fondazione Paurides, Elda, Alicante, Spagna.
  • 2011 – Padiglione Italia, 54° esposizione internazionale Biennale di Venezia, Regione Campania, Pontecagnano, Salerno, Italia.
  • 2009 – Senza Terra, XV Biennale internazionale di architettura di Venezia, Fondazione Isola San Servolo, Venezia, Italia.
  • 2009 – “Dialogo – da uno all’altro”, Galleria le Cheval de Sable, Parigi, Francia.
  • 2009 – L’astrazione infinita”, Spazio Tethis, Venezia, Italia.
  • 2001 – Alfabeti – Sistemi cognitive dell’arte: media e tecnologie dell’arte contemporanea, Laboratorio di restauro di Marina Imparato “Osservatorio per le arti visive”, Salerno, Italia.
  • 1998 – Arie Mediterranee, Medelhavsmuseet, Stoccolma, Svezia.
  • 1997 – La cittĂ  dell’arte, Primo convegno internazionale di Sociologia dell’Arte, Rampa Martini e Sala del Maniscalco all’ UniversitĂ  di Urbino, Urbino, Italia.