Pittoscultura eclettica

Siamo tutti abitati da demoni e può succedere che la notte si venga svegliati da pensieri per i quali è necessario una sorta di esorcismo.  La pittura, a questo punto, diventa un sutra che sigilla il demone nella carta e, così, l’artista trova sollievo alla propria sofferenza in un atto di riconciliazione con se stesso.

BIO

Alessandro Flavio Bruno, nato nel 1986 a Vittoria. Cresciuto nell’entroterra siciliano, entrambi i miei genitori sono diplomati all’Accademia di Belle Arti, così ho acquisito e nutrito fin da piccolo un notevole interesse per il disegno e la pittura, studiando e sperimentando da autodidatta varie tecniche. Nei primi anni del liceo la mia attenzione si focalizza, anche se per poco, verso il disegno dei fumetti, in seguito si avvicina al surrealismo, al cubismo e al purismo. Nel 2005 ricevo un premio per un disegno sulla pace in un concorso tenuto dall’Unesco. Nel 2006 disegno la copertina e alcune illustrazioni del libro di poesie “… E tu a trattenermi” scritto da Paolo Sberna. Dopo aver iniziato l’università in Sicilia nel 2011 decido di trasferirmi a Torino per continuare gli studi di Architettura. Dal 2018 al 2020 ho vissuto a Roma, città affascinante per i suoi contrasti, nutrimento per la mia ricerca della bellezza. Attualmente lavoro come architetto e designer per scenografie, stand e installazioni nell’ambito degli eventi e sono ancora alla ricerca di un luogo da chiamare “casa”.